Domenica 29/05/22

Sono le ore 20:00 e nonostante il mio repertorio linguistico sia molto limitato mi trovo qua a scrivere sputando fuori ogni mia emozione .

Mi trovo spesso ad incasinarmi il cervello con mille pensieri che non riesco a buttare fuori di me e spero che questo diario improvvisato riesca ad aiutarmi a farmi meno del male.

La mia giornata piatta è iniziata con una sveglia verso le 09:00 e non sapevo già cosa fare.

Mi sono fatto la mia solita acqua tiepida con limone che è l’inizio di ogni mia giornata. Questa volta però non ho mangiato la mia solita mela e bevuto una tisana, ma sono andato al bar in centro.

Nonostante il mio continuo impormi di mettermi ad una dieta rigida per poter “calare” tutti questi chili in eccesso accumulati nei mesi, mi sono trovato a consumare un macchiatone con un muffin.

L’eccitazione del consumo di zuccheri è scomparsa ben presto portandomi alla solita fase disprezzo di me stesso ,che viene ogni qual volta mi pento di rimandare al giorno seguente il mio obbiettivo.

Dopo aver girovagato in macchina per passare il tempo sono tornato a casa dove “madre” ( si sono un po’ troppo stronzo a chiamarla così), aveva preparato dell’ ottimo coniglio con polenta e patate.

Dopo il primo pomeriggio passato tra guardare un po’ di Formula 1 con il mio amico Simone e fare il “rammolito” sul letto mi è saltata fuori l’idea che mi porta ora qua a scrivere di me.

Sono Simone per gli amici Bode. Ho 30 quasi 31 anni e mi considero una persona impulsiva, testarda, pignola, rompiscatole. Si lo so non parlo di me molto bene. Dimenticavo sono molto negativo e mi piace tenere dentro di me tutta la rabbia che costantemente provo.

Sono momentaneamente responsabile di un discount da ormai 8 anni. Mi piace il mio lavoro, mi tiene la mente occupata per quasi tutto il giorno, nonostante esso mi porti via praticamente parte di tutta la mia vita.

In questo momento, causa quest’ultimo, sono un po’ ansioso perchè dentro di me regna il presentimento che domani possa essere un giorno negativo con cattive notizie.

Non mi piacciono i cambiamenti radicali. I cambiamenti che avvengono cosi da un giorno all’altro a causa di terze persone.

Spero molto che sia tutta una mia paranoia.

Raggiungo l’en plein della mia negatività serale quando penso anche a tutte le delusioni ” amorose” ricevute negli ultimi anni.

Non so sinceramente se sia una legge della natura o una casistica frequente ma capita spesso che quando dai tutto te stesso allora ti va tutto male e invece quando non te ne frega nulla la gente ci tiene di più a te.

Nel corso dei prossimi giorni proverò a raccontare aneddoti, delusioni, emozioni, vittorie, fallimenti.

Racconterò le mie giornate, cercherò di impegnarmi a buttare fuori tutto il male che ho dentro in modo sincero e senza peli sulla lingua. Dirò la maggior parte delle volte cazzate? ok. Farò ragionamenti di merda? ok lo stesso.

Colleziono fallimenti come figurine di calciatori Panini vediamo se aggiungiamo a questi anche il diario improvvisato.

Ore 20:34 salvo e chiudo la mia pateticità giornaliera.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: