• 07/06/22 “Cartoline”

    Ho una scatola dei “ricordi” dove tengo tante cose del mio passato che ogni tanto spulcio per ricordarmi che in passato ero felice.

    Tra tanti fogli mi imbatto su una cartolina.

    Questa cartolina in particolare è la prima che mi hai mandato. Eravamo ancora colleghi di lavoro, non eravamo ancora consapevoli di quello che saremmo diventati.

    Pagherei oro per rifare tutto il percorso dall’inizio, cambiando il finale.

    Forse solo con te sono riuscito ad essere del tutto naturale, mostrare tutto il meglio di me stesso. Ricordo ancora la tura frase: ” Simo, se mostrassi anche solo il 5% di quello che sei veramente tutti ti vorrebbero bene”.

    Invece no, io sono sempre stato testardo, ho sempre mostrato il mio lato scontroso, incazzoso e permaloso. Ho messo una maschera, che tengo tutt’ora come difesa dalle delusioni.

    Ti ho sempre detto che mi apro solo con poche persone perchè alla fine penso che non bisogna comportarsi in modo uguale con tutti mostrando il proprio lato migliore.

    Devo dire che forse è anche stata l’unica volta che mi sono sentito amato. Eri e sei speciale, perchè nonostante tutto quando i ricordi sono belli non puoi dimenticare.

    Quando un rapporto si conclude si entra nella fase odio/disprezzo dove si crede di non contare nulla e si fa passare la persona che prima era tutto per te come l’unico mostro della situazione. Grande errore.

    Supererai a fase odio, negli anni, quando ti accorgerai di ricordare solo i momenti belli e non quelli con cui sei stato male.

    E se una volta riguardando le nostre foto piangevo per malinconia di quei momenti ora le guardo con il sorriso pensando a quanto mi hai fatto sentire bene.

    Ma allora non sapevo

    Che avresti manomesso

    La vita di noi due

    Le cose da rifare

    Gli sbalzi in fondo al cuore

    Banale spiegazione

    Che quello ormai era amore

    Fabrizio moro.” Banale spiegazione”

    N. ti voglio bene, una parte di cuoricino è ancora tua.

  • 06/06/22 “Primo passo?”

    Prima giornata completamente salutare. Ottimo traguardo arrivare a sera senza mangiare una schifezza.

    La costanza è la base di tutto per ottenere obbiettivi. Sinceramente non sono mai stato costante nella mia vita. Tutto sta nelle motivazioni. Se durante il giorno sono demoralizzato purtroppo sfogo la mia rabbia sul cibo. Non si è mai sazi quando bisogna colmare un vuoto interiore.

    Devo cominciare ad andare anche a letto presto. Dormo troppo poco, circa sulle 5 ore a notte.

    Spero domani di occuparmi la giornata in modo da non cadere in certe tentazioni.

    Ora cerchiamo di chiudure in bellezza andando a dormire presto.

  • 05/06/22 “Bricolage”

    Oggi Domenica di relax.

    Andato a casa del Val e ci siamo improvvisati falegnami. Progettato e realizzato mini porta canne da pesca da attaccare al muro. Da professionali quali siamo ci abbiamo pure messo l’aggrappante e la vernice color legno .

    Sto tendando dal tardo pomeriggio di guardarmi Cast Away ma una burrasca improvvisa ha fatto rallentare la connessione.

    Ora provo a terminarlo.

    Domani inizia una nuova settimana lavorativa. Dentro di me dico quando arrivano le ferie? ma allo stesso tempo mi rispondo… che cazzo faccio? non vado mai da nessuna parte. Forse dovrei avere più coraggio di partire e andare via da solo.. Vedremo…

  • 04/06/22 “Tradimento?”

    Sono stato insieme ad una persona e fin da subito hai continuato a prendere per il culo la situazione. A prendere per il culo lei molte volte offendendola.

    Dicevi che era stupida, che non ci arrivava, che non ci saresti mai stato insieme. Come fai a sopportarla??.

    Non dico che questo abbia influito se io poi l’abbia lasciata ma diciamo che tutto sto teatrino creato per poi vedere le carte ribaltate mi ha abbastanza infastidito.

    Si, ti sei messo con una persona che prima pigliavi per il culo ma soprattutto una ex di un tuo “forse” amico.

    Non voglio essere ipocrita dicendo che mi da fastidio perchè è la mia ex (scherzando ti dissi io “provaci”), ma è proprio l’essere stato preso per il culo che dentro di me l’ho preso come tradimento.

    Credo che un amico, se vero, deve appoggiarti nel bene e nel male… deve sbatterti in faccia la cruda realtà .. deve consigliarti… deve aiutarti…. deve insomma lottare per te.

    Non deve cogliere un occasione per girare le spalle solo per fini personali.

    Nessun rimpianto, si vede che doveva andare cosi.. il mondo va avanti.. vi auguro ogni bene nonostante non penso ci sentiremo ancora.

    Credo che le fasi nella vita siano molte. E’ tutto una ruota che gira con momenti belli e momenti brutti. Momenti di luce e momenti di buio.

    Sta a noi reagire. C’è chi ci mette poco, chi molto. Io faccio la parte dei lenti ma questo non vuol dire che siamo più stupidi…

    “Perchè fare l’amico non è proprio uguale ad essere amico.”

    Perchè fare l’amico non è proprio uguale ad essere amico.
  • 03/06/22

    Giornata full.

    Lavorato tutto il giorno e alla sera uscito con Simmy e Val per guardare Jurassik World. Film abbastanza deludente,molto lungo ma con scene un po’ scopiazzate dai film prima. Niente di entusiasmante.

    Fine serata a vedere video trash su youtube. Bei momenti.

  • 02/01/22 “Dormire no?”

    Oggi giorno di “festa” e non ho lavorato.

    Alzato alle 17:00 mi sono trovato con il mio amico Marco per andare a pesca, anzi precisiamo andare a fargli compagnia mentre lui pesca. Ore più tardi ci ha raggiunti Simone.

    Devo dire che a confronto di 15 anni fa è diventata una disperazione. Zero acqua, zero pesci e sembra quasi tutta una perdita di tempo.

    Ci ripetiamo sempre ” col cazzo la prossima volta dormiamo” ma sarà quel fatto di stare in compagnia a sparare cazzate e lo sperare di portare a casa qualcosa che ci fa sempre rimangiare il tutto.

    Ponte lungo e mini vacanza per la Rosy e Mirco. Alla fine si meritano di staccare dalla solita routine .

    Alla fine comunque quando ho un giorno di riposo non riesco mai a sfruttarlo a pieno. Quanto sono stupido … potrei partire e andare via senza meta e invece resto sempre qua.

    Domani si torna già operativi e mi mangerò le mani ma alla fine è una vita che è cosi e quindi ormai non dovrei più averle.

    Per una sera sono meno pensieroso del solito… che sia grazie a questo appuntamento fisso tra me e il pc?? Speriamo…

  • 01/06/22 “Auguri Mamma”

    E sono 54!

    Non mi è mai piaciuto dimostrare pubblicamente il bene che voglio alle persone. Trovo molto forzato fare vedere al mondo o dire al mondo quanto vuoi bene a una persona.

    Credo che qualsiasi rapporto sia giusto coltivarlo in silenzio e dando la certezza all’altro di esserci nel momento del bisogno.

    Forse qua è tutto un po’ diverso… è come parlare tra me e me quindi….TANTI AUGURI MAMMA.

    Sono e sono stato un figlio difficile, molto scorbutico e la maggior parte delle volte non ti tratto come meglio meriti. Non riesco a dirti dal vivo quanto ti voglio bene, non riesco a darti un abbraccio , a darti un bacio… forse dettato dal mio non voler farmi vedere debole. Ma lo sono.

    La mamma è sempre la mamma e spero tanto di riuscire a limare i miei atteggiamenti a volte troppo arroganti.

    Spero di non pentirmi di essere stato sempre distaccato, freddo, apatico.

    Mi stai sopportando da 30 anni però sei l’unica che mi ha visto piangere per amore.

    “mamma non vedrai più tuo figlio felice, N. mi ha lasciato” ti avevo detto quel giorno.

    Solo la mamma ha le giuste parole, solo lei sa difenderti anche quando non ne avresti bisogno.

    Ti ringrazio qua segretamente per tutte le cose che fai per noi anche quando ti verrebbe da dire “ma andate a quel paese arrangiatevi”.

    Sei la certezza e un grazie non basterà mai.

    TI VOGLIO BENE MAMMA!!

    Il tuo Bimbo incazzoso.

  • 31/05/22 “Colpi di fulmine”

    Quel sorriso affascinante, abbagliante che ti colpisce dritto il petto come un pugile colpisce il proprio avversario.

    Credo che siano rari i casi in cui vedi una persona ,ci passi mezza giornata insieme e dalla sera, appena torni a casa, ti entra nel cervello come una bomba che esplode costantemente.

    Sicuramente può passare banale come messaggio ma SI io ci credo ai colpi di fulmine!

    Da quel giorno abbiamo cominciato a sentirci frequentemente, a vederci spesso. Amavo l’idea di finire il lavoro per poterti vedere anche per un ora nonostante la distanza.

    E’ bello buttarsi nel letto alla sera e pensare a qualcuno. Quella persona che ti fa dimenticare tutti i problemi , le paranoie che durante la giornata ti possono entrare nel cervello.

    Si vive con un senso di libertà e spensieratezza appagante!

    Molti alla domanda cosa ti piacerebbe essere da grande rispondono FELICE ma io piuttosto che essere felice ambisco ad essere SERENO.

    Secondo il mio punto di vista è meglio essere sereni che felici in quanto credo che quest’ultima sia una fase, una sensazione momentanea mentre la serenità è qualcosa che si prolunga per un periodo indefinito.

    A mio malgrado sei stata una felicità momentanea, durata troppo poco. Ma ci pensi mai a noi due cosa potevamo diventare???

    Tutti riescono a dimenticarmi cosi in fretta, perchè io devo sempre flagellarmi mentalmente per anni?

    Sembra sempre che devo scrivere pagine e pagine ma taglio corto. é difficile tirare fuori i mille diavoli che ho dentro. Ma ci riuscirò piano piano.

  • Lunedi 30/05/22 “FOLLIA”

    Ore 21:24 tornato a casa da poco. Oggi è stata una giornata lavorativa abbastanza pesante.

    Dopo le consuete mansioni di routine ci è toccato inventariare 4/5 reparti del negozio.

    Posso dire di essere soddisfatto che con la mia solita organizzazione riesco sempre a fare tutto ma allo stesso mi sento preso per il culo.

    Tante volte accadono episodi che ti fanno dire : ” chi me lo fa fare?”.

    Le persone che dovrebbero renderci il lavoro più facile sembra quasi che provino godimento nel complicarci le giornate, facendoci fare lavori che si potrebbero evitare. Tanto dico io, da dietro una scrivania sono tutti capaci ad imporre ordini.

    Ora sto pensando all’ultima persona che mi ha reso felice che ormai non sento da un anno. Nulla è perso se scaviamo dentro di noi è troviamo dei ricordi positivi. Pensare alle cose belle ti può conciliare il sonno ma purtroppo non è semplice farlo.

    Il negativo deve trovare le mille congiure e torti ricevuti, quindi da felice passo a triste.

    M. rosico un po’ nel vederti sorridente in vacanza con chissà quale persona che ti rende felice. Non sarò stato bravo abbastanza o ci hai creduto poco tu?

    Non riesco a capire come facciano le persone a dimenticare in fretta le belle cose, a fregarsene delle tue emozioni, a farti passare da 100 a 0 nel giro di poco.

    “Quando perdi non perdere la lezione”….. si ma una gioia ogni tanto??

  • Domenica 29/05/22

    Sono le ore 20:00 e nonostante il mio repertorio linguistico sia molto limitato mi trovo qua a scrivere sputando fuori ogni mia emozione .

    Mi trovo spesso ad incasinarmi il cervello con mille pensieri che non riesco a buttare fuori di me e spero che questo diario improvvisato riesca ad aiutarmi a farmi meno del male.

    La mia giornata piatta è iniziata con una sveglia verso le 09:00 e non sapevo già cosa fare.

    Mi sono fatto la mia solita acqua tiepida con limone che è l’inizio di ogni mia giornata. Questa volta però non ho mangiato la mia solita mela e bevuto una tisana, ma sono andato al bar in centro.

    Nonostante il mio continuo impormi di mettermi ad una dieta rigida per poter “calare” tutti questi chili in eccesso accumulati nei mesi, mi sono trovato a consumare un macchiatone con un muffin.

    L’eccitazione del consumo di zuccheri è scomparsa ben presto portandomi alla solita fase disprezzo di me stesso ,che viene ogni qual volta mi pento di rimandare al giorno seguente il mio obbiettivo.

    Dopo aver girovagato in macchina per passare il tempo sono tornato a casa dove “madre” ( si sono un po’ troppo stronzo a chiamarla così), aveva preparato dell’ ottimo coniglio con polenta e patate.

    Dopo il primo pomeriggio passato tra guardare un po’ di Formula 1 con il mio amico Simone e fare il “rammolito” sul letto mi è saltata fuori l’idea che mi porta ora qua a scrivere di me.

    Sono Simone per gli amici Bode. Ho 30 quasi 31 anni e mi considero una persona impulsiva, testarda, pignola, rompiscatole. Si lo so non parlo di me molto bene. Dimenticavo sono molto negativo e mi piace tenere dentro di me tutta la rabbia che costantemente provo.

    Sono momentaneamente responsabile di un discount da ormai 8 anni. Mi piace il mio lavoro, mi tiene la mente occupata per quasi tutto il giorno, nonostante esso mi porti via praticamente parte di tutta la mia vita.

    In questo momento, causa quest’ultimo, sono un po’ ansioso perchè dentro di me regna il presentimento che domani possa essere un giorno negativo con cattive notizie.

    Non mi piacciono i cambiamenti radicali. I cambiamenti che avvengono cosi da un giorno all’altro a causa di terze persone.

    Spero molto che sia tutta una mia paranoia.

    Raggiungo l’en plein della mia negatività serale quando penso anche a tutte le delusioni ” amorose” ricevute negli ultimi anni.

    Non so sinceramente se sia una legge della natura o una casistica frequente ma capita spesso che quando dai tutto te stesso allora ti va tutto male e invece quando non te ne frega nulla la gente ci tiene di più a te.

    Nel corso dei prossimi giorni proverò a raccontare aneddoti, delusioni, emozioni, vittorie, fallimenti.

    Racconterò le mie giornate, cercherò di impegnarmi a buttare fuori tutto il male che ho dentro in modo sincero e senza peli sulla lingua. Dirò la maggior parte delle volte cazzate? ok. Farò ragionamenti di merda? ok lo stesso.

    Colleziono fallimenti come figurine di calciatori Panini vediamo se aggiungiamo a questi anche il diario improvvisato.

    Ore 20:34 salvo e chiudo la mia pateticità giornaliera.